I GRANDI PARCHI DELL'OVEST AMERICANO con accompagnatore dall'Italia

  • dal 14/08/2020 al 27/08/2020
  • In via di conferma
4.700 €
14
gg

Programma

I Parchi Nazionali dell'Ovest degli Stati Uniti sono un luogo straordinario e incredibile, dove la Natura ha giocato con la terra creando spazi e disegni affascinanti. Gli Stati Uniti sono per antonomasia una nazione da scoprire "on the road", unico modo che permette di assaporare la vera essenza del paese. Per questo motivo ci sposteremo con 3,4 Minivan ripercorrendo le strade e i luoghi del Sogno americano. Partendo da Los Angeles attraverseremo il deserto del Nevada fino a a raggiunge Las Vegas. Dormiremo nell'unica struttura presente nella Monument Valley, un luogo magico e toccheremo tutti i parchi più iconici dal Grand Canyon, al Bryce, al lago Powel, terminando il nostro tour con tre giorni a San Francisco per godere appieno della città e visitarne i dintorni con Sausalito e Muir Woods. Insomma un vero viaggio "On The Road" senza correre I PLUS DEL VIAGGIO - Sistemazioni alberghiere molto buone e sempre ben posizionate - Gruppo piccolo e tour effettuato in minivan - Accompagnatore dell'Agenzia - Tutti i Resort Fee e l'ingresso ai parchi inclusi - Escursioni Antelope Canyon - Alcatraz - Muir Wood già comprese in quota - Pernottamento al "The View" hotel con escursione e cena nella Monument Valley

1° GIORNO - VEN 14-08-2020 - MALPENSA - LOS ANGELES (-/-/-) Incontro a Milano Malpensa e partenza del volo per Los Angeles via Londra. Pasti a bordo. Arrivo in serata sbarco e trasferimento con il free shuttle in hotel N.B. In base al numero degli iscritti in partenza da Torino o altre città potrà essere previsto in bus per Malpensa A/R, il cui costo verrà stabilito sulla base del numero dei partecipanti .
 
2° GIORNO - SAB 15-08-2020 - LOS ANGELES (B/-/-) Prima colazione e giornata dedicata alla visita di questa magalopoli, che si estende per una lunghezza di oltre 150 Km. Partiremo vero le 9.00 in bus con una guida in italiano per la visita della città di Los Angeles e dei maggiori punti d’interesse. Toccheremo le varie zone del centro di Los Angeles, come il teatro Dorothy Chandelier dove sono assegnati gli Oscar e Olvera Street. Continueremo verso Hollywood Hills attraverso il famoso Hollywood Boulevard e il suo celeberrimo il Teatro Cinese e la Walk of Fame dove è possibile vedere le impronte dei più famosi personaggi dello spettacolo.. Dopo la sosta proseguiremo attraverso Sunset Boulevard fnino a Rodeo Drive, resa celebre dal fil Pretty Woman. Termineremo il nostro giro nel pomeriggio a Santa Monica per goderci la restante parte del pomeriggio sulla "spiaggia" più famosa della California. Rientro libero in hotel Los Angeles con New York e Chicago, è una delle tre metropoli più importanti del Paese ed è un centro economico, culturale e scientifico di rilevanza mondiale. I quartieri più famosi sono: Downtown L.A.: è la zona centrale di Los Angeles ed anche quella in cui si trovano i principali uffici e negozi. Vi si trovano alcuni luoghi interessanti dal punto di vista culturale come il MOCA, il Museo delle Arti Contemporanee e la zona turistica di El Pueblo de Los Angeles, che costituisce anche il primo nucleo della città. Hollywood: all’inizio del secolo scorso una troupe di New York scelse questo luogo per girare alcune scene per un film, e casualmente diede il via ad un rapido sviluppo che trasformò in pochi anni questo angolo di mondo in una delle più grandi industrie dello spettacolo cinematografico. Grazie alla particolarità del posto e al clima mite, molti attori e produttori hanno scelto di vivere qui, trasformando la famosa collina con la celebre scritta in uno dei luoghi più conosciuti del pianeta. Qui è possibile visitare il Mann’s Chinese Teather, dove si effettuano molte riprese dei film e soprattutto dove nel mese di marzo si assegnano i celebri Oscar che premiano i maggiori protagonisti della stagione cinematografica. Non lontano inizia il Walk of Fame, una lunga passeggiata dove si trovano le note impronte dei personaggi dello spettacolo. Beverly Hills: queste colline, che rappresentano oggi una delle zone residenziali più esclusive al mondo, devono la loro fortuna alla vicinanza con Hollywood. Non a caso le prime star scelsero questo posto, vicino ad Hollywood ma più tranquillo e con un clima più gradevole, per costruire le loro sfarzose abitazioni. Oggi tutto il quartiere, con le sue esclusive Rodeo Drive e Sunset Boulevard sino alle zone più alte delle colline, ospita le case degli eroi del grande schermo insieme a ristoranti, negozi e alberghi tra i più esclusivi al mondo.
 
3° GIORNO - DOM 16-08-2020 - LOS ANGELES / JOSHUA TREE / PALM SPRINGS (200 KM - 2 ORE) (B/-/-) Prima colazione ritiro delle nostre auto per l'inizio del tour. Partenza vero il primo straordinario parco, il Joshua Tree National Park, un luogo affascinante quasi spettrale nei suoi panorami.. Al termine si prosegue verso la vicina Palm Springs, una vera e propria oasi nel deserto, con palme, piscine, ville di lusso, campi da golf e un'architettura che unisce aspetti coloniali al modernismo . Qui molti attori famosi hanno costruito le loro dimore daElvis Presley a Franck Sinatra. Il centro è ricco negozi per un po' di shopping e locali. Cena libera e pernottamento Joshua Tree National Park Fra i tanti e meravigliosi parchi americani, il desertico Joshua Tree può rivendicare un fascino unico, a tratti surreale, con i suoi alberi somiglianti a cactus dalle forme contorte e grottesche (Yucca) e gli ammassi rocciosi che si adagiano sul terreno quasi come pietre tombali. All’alba il paesaggio, inondato da una tremula luce rossa, diventa quasi spettrale e di notte potrete godervi un firmamento ammantato di stelle che ricorderete probabilmente per tutta la vita. Nel Joshua Tree National Park avrete dunque l’impressione di essere ai confini del mondo e talvolta in un altro pianeta; vediamo allora qualche indicazione su come visitarlo e su come godersi uno dei più affascinanti parchi della California. Gli amanti della musica sapranno sicuramente che questo parcho ha dato il titolo a uno dei più celebri degli U2 Il parco si situa proprio nel punto in cui si incontrano 2 deserti, il Colorado Desert e il Mojave Desert, e il nome gli fu dato da un gruppo di mormoni che nel 1850 intravidero nei rami contorti degli Yucca le braccia di Giosuè che indicavamo la terra promessa.
 
4° GIORNO - LUN 17-08-2020 - PALM SPRINGS / LAS VEGAS (380 KM – 4 ORE) (B/-/-) Prima colazione e partenza alla volta di Las Vegas, la città più pazza del mondo. Las Vegas Un parco di divertimenti a cielo aperto.. Vedrete proprio tutto: dalla Mecca del gioco d'azzardo alle dimore dei pionieri e le nuove aree residenziali. Il luogo simbolo della città è il Las Vegas Boulevard, meglio conosciuto come The Strip, è un lungo viale di circa tre miglia che taglia in due la città ed è una vera e propria Babilonia in cui sembra che tutto sia stato studiato per cercare di far spendere più denaro possibile ai visitatori: non a caso quì mancano orologi e finestre. All’interno di enormi strutture, che ospitano sia l’hotel che il rispettivo casinò, si trovano dei veri e propri paradisi del giocatore, con slot, tavoli da gioco e tanto altro. Turtti i giorni, i vari Casinò organizzano degli spettacoli gratuiti che servono proprio a attirare i giocatori. La visita della Strip si svolge passando da un hotel all'altro. Attraversando la strada potrete cambiare continente e epoca storica in un battibaleno.. Dal Cesar Palace, in stile antica Roma, al Venetian e al Paris. Dal New York con un ottovolante che attraversa la reception al Planet Hollywood in stile "rocchettaro" al Bellagio con le sue fontane, all'MGM uno dei più grandi e così via, quasi senza fine Ma Las Vegas offre anche alcuni degli spettacoli più belli al mondo. Ogni sera è presente una programmazione che spazia da concerti delle più famose band rock, al Cirque du Soleil, illusionisti e artisti di ogni genere di fama mondiale, incontri sportivi e così via. La Brooklyn newyorkese impallidisce a confronto di tanta offerta.
 
5° GIORNO - MAR 18-08-2020 - LAS VEGAS / GRAND CANYON (440 KM - 4 ORE E 30 MIN) (B/-/-) Questa mattina partenza verso il Grand Canyon. Visiteremo lungo la strada la diga di Hoover sul fiume Colorado e proseguiremo in direzione di quello che forse è il parco più famoso degli Stati Uniti. Il pomeriggio è dedicato alla visita della parte ovest del parco dove potremo ammirari i panorami più spettacolari e, per chi vorrà, assistere ad un tramonto unico Grand Canyon National Park Una delle più imponenti creazioni di madre natura, centinaia di kilometri di gole e probabilmente il più importante esempio del fenomeno dell’erosione fluviale al mondo. L’intero parco si estende su una superficie di oltre 4931 Km², mentre il canyon è lungo ben 446 km con unaprofondità di 1600 m e una larghezza fino a 29 Km. Né le foto né le parole possono minimamente descrivere cosa proverete alla vista di questa meraviglia, rimarrete senza fiato. Da non perdere la possibilità de sorvolo in elicottero, un'emozione veramente unica che permette di percepire le dimensioni pazzesche di questo canyon, difficilmente comprensibili da terra
 
6° GIORNO - MER 19-08-2020 - GRAND CANYON / MONUMENT VALLEY (290 KM - 3 ORE) (B/-/-) Prima colazione partenza per la Monument Valley. Questa mattina percorreremo la parte Est del Grad Canyon con alcune soste panoramiche e usciremo dal parco per avvicinarci alla terra dei Navajo. Gigantesche colonne di pietra rossa che si elevano nella valle e costituiscono un soggetto fantastico per fotografie, da decenni sfondo per le scenografie dei film western di Hollywood. Sarà quasi impossibile non avere la sensazione di sentire l'arrivo degli indiani dalle montagne. Non ci limiteremo alla semplice visita della vallata accessibile a tutti i visitatori. Per poter godere completamente di questo luogo magico abbiamo scelto di fare un'escursione con cena nella parte del parco accessibile solamente con le guide Navajo e ci fermeremo a dormire nell'unico hotel presente all'interno del parco, il The View. Quando tutti lasceranno il parco, noi avremo la possibilità di godercelo la sera e soprattutto con l'alba mattutina. La Monument Valley un'icona degli Stati Uniti occidentali. Il pianoro desertico è in realtà di origine fluviale (Colorado Plateau) e si trova al confine tra Utah e Arizona in un'area abbastanza isolata quanto estesa che dista più di 70 km dalla cittadina più vicina: Kayenta. La strada che conduce alla Monument Valley nella parte terminale è altrettanto famosa: essa segue un percorso rettilineo in leggera discesa che dà al viaggiatore l'impressione di calarsi all'interno della valle. La strada principale che conduce al luogo è la Highway 163. Il territorio è prevalentemente pianeggiante ad eccezione del fatto che la pianura è cosparsa da una sorta di guglie (geologicamente definite "testimoni di erosione"), dette butte o mesas. Questi edifici naturali formati da roccia e sabbia hanno la forma di torri dal colore rossastro (causato dall'ossido di ferro) con la sommità piatta più o meno orizzontale; alla base si accumulano detriti composti da pietrisco e sabbia. La zona fa parte della Navajo Nation Reservation ed è un Tribal Park con ingresso a pagamento. Gli indiani gestiscono tutte le attività all'interno della valle compreso il "The View" hotel inaugurato nel 2009, costruito sul posto dell'essenziale campeggio che esisteva da 40 anni. Lì e al vicino Visitor center si possono contrattare le escursioni in jeep, che è possibile in una certa misura effettuare con il proprio veicolo e si trovano una discreta quantità di bancarelle sulle quali i Navajo vendono le loro manifatture, in particolare gioielli. Non è raro incontrare un set cinematografico durante la visita lungo le numerose strade sterrate che percorrono la valle, infatti il luogo fa spesso da ambientazione a film western come in passato. Al Monument Valley Visitor Center è possibile scegliere di visitare la vallata con una guida Navajo a cavallo della durata di 4 ore circa oppure in macchina della durata di 2 ore.
 
7° GIORNO - GIO 20-08-2020 - MONUMENT VALLEY / PAGE (200 KM - 2 ORE) (B/-/-) Per chi vorrà potremo assistere ad un'indimenticabile alba sulla Monument Valley e dopo colazione partenza per Page e il lago Powell, ma qualche chilometro prima di arrivare a destinazione ci fermeremo per una visita del celeberrimo "Horseshoe Bend" ossia l'ansa a forma di ferro di cavallo creata dal fiume Colorado Il Lago Powell Il Lake Powell è uno dei più grandi laghi artificiali degli Stati Uniti. Situato tra Arizona e Utah, si è creato sul fiume Colorado a seguito della costruzione della diga di Glen Canyon nel 1963. In mezzo ai canyon sommersi dall’acqua prendono vita scenari spettacolari, che si possono ammirare penetrandonei fiordi in barca. All’interno di questi perimetri il lago emana la grandiosità del suo azzurro, la terra frastagliata di rosso ne delinea i contorni insoliti e le montagne di roccia. Le sue acque possono raggiungere i centosettanta metri di profondità, e coprono un’area così vasta da valicare i confini dell’Arizona fino ad entrare nello Utah. Noi ci fermremo al Lake Powell Resort con vista diretta su questo magnifico e rilassante lago. Per chi vuol nel pomeriggio consigliamo un tour in barca sul lago e un'immancabile apertivo sulla terrazza del resort la sera Imprescindibile inoltre una tappa al Rainbow Bridge National Monument, un colossale arco di pietra rosa che sorge all’interno di un canyon. La leggenda narra che si trovi su di un terreno sacro agli indiani Navajo. La sua altezza raggiunge quasi gli ottantacinque metri. E’ stato dichiarato Monumento Nazionale.
 
8° GIORNO - VEN 21-08-2020 - PAGE / BRYCE CANYON (250 KM - 3 ORE) (B/-/-) Prima colazione partenza per un'escursione imperdibile che abbiamo già incluso nel progrmma. L'Antelope Canyon, un'escursione di circa 2 ore fatta con le guide Navajo che ci porterà a visitare uno dei Canyon più belli al mondo. Al termine proseguimento per il Bryce Canyon. Tutti conoscono il Grand Canyon, meno questo parco che a nostro parere, può essere considerato il più bello dell'Ovest americano, insieme allo Yellowstone Antelope Canyon Si tratta uno dei canyon piu' straordinari che l'uomo conosca. Trattasi di una gola stretta, incisa lungo un "mesa" dalle forze della natura. Alcuni sono larghi meno di un metro in superficie, ma hanno una profondita' che puo' superare i trenta metri. Queste fessure del terreno sono state scolpite dall'acqua e dal vento nel corso di millenni, dando all'arenaria delle striature quasi incandescenti. All'interno potrete ammirare la luce solare che filtra dalla superficie e rimbalza da una parete all'altra dando vita a una miriade di colori diversi.
 
9° GIORNO - SAB 22-08-2020 - BRYCE CANYON / LAS VEGAS (400 KM - 4 ORE E 30 MIN) (B/-/-) Prima colazione, ma per chi vorrà partenza per vedere l'alba, e partenza per visitare questo miracolo della Natura. Nel pomeriggio partenza per ritornare a Las Vegas. Sistemazione in hotel e serata a disposzione. Consigliamo vivamente di prenotare uno dei mille spettacoli serali, oppure di tentare la fortuna Il Bryce Canyon National Park Sin dai primi anni del 1900 numerosissimi visitatori e studiosi venivano in questo luogo per vedere le straordinarie, colorate e bellissime conformazioni rocciose di queste montagne. Attualmente, il Bryce Canyon National Park, nello stato dello Utah, vanta una superficie di più di 37.000 acri ed è visitato ogni anno da quasi 2 milioni di visitatori provenienti da tutto il mondo. Storicamente, si sa che l’altopiano del Colorado (il Colorado Plateau) è stato abitato fin da epoche antichissime, tanto che si possono trovare vicino al Bryce tracce di insediamenti di Anasazi e Fremont, due antiche popolazioni americane. Il Bryce può vantarsi di possedere alcune delle rocce più colorate della Terra, i famosi “hoodoos“, pinnacoli del tutto singolari scolpiti da fenomeni naturali d’erosione. L’acqua ha contribuito a scolpire il paesaggio aspro di questo parco per milioni di anni (ed è ancora al lavoro!). Più recentemente, all’epoca della colonizzazione europea, la zona era abitata dai Paiutes, i quali ritenevano che le conformazioni del Bryce Canyon a guglia (appunti le Hoogles) fossero antiche e leggendarie persone trasformate in pietra dai Coyotes. Imperdibile una visita e una foto ricordo al Bryce Amphitheatre, Inspiration Point e il Bryce Point. Per chi avrà voglia di fare un piccolo trekking potremo visitare il Navajo Loop e/o il Queen's Garden Trail che ci porterà ad ammirare il "Giardino della Regina" all'interno del canyon.
 
10° GIORNO - DOM 23-08-2020 - LAS VEGAS / SAN FRANCISCO (VOLO) (B/-/-) Notte a disposizione...non vogliamo sapere nulla; ci vediamo domattina! Dopo la colazione trasferimento in aeroporto e rilascio delle auto. Volo per San Francisco. Trasferimento in bus riservato in hotel, check-in e inizio della visita della città nel pomeriggio. San Francisco Cresciuta grazie all'ottocentesca Febbre del'Oro, la caotica "City by the Bay" richiama alla mente gli hippies, le funicolari e il Golden Gate. La realtà attuale è sicuramente più complessa: artisti bohémien, imprenditori high tech, ecoattivisti e cultori del cibo. San Francisco non riserva i suoi doni solo ai suoi abitanti. I principali piaceri della vita - cibo fantastico, vita notturna animata e panorami stupendi - sono qui per la gioia di tutti. Osservate la foschia che avvolge il Golden Gate mentre il sole sorge e illumina gradualmente la baia e preparatevi a lasciarci il cuore Il simbolo della città, universalmente noto, è il ponte Golden Gate, che si staglia nel panorama della baia di San Francisco con l’inconfondibile colore arancione e le torri alte 210 metri. Le escursioni in battello che portano a passare sotto al ponte, raggiunge il delizione e esclusivo paesino di Sausalito dall'altra parte del ponte. Consigliata sicuramente una visita a “The Rock”, l’isola su cui sorge la famigerata prigione di Alcatraz, chiusa ormai da tempo e divenuta attrazione turistica. Le barche partono dal Fisherman’s Wharf, dove si susseguono i moli pieni di locali, ristoranti e negozi di souvenir. Uno di questi moli, il Pier 39, è frequentatissimo da quanti vogliono osservare la colonia di leoni marini che se ne stanno pigramente distesi al sole a due passi dai bar. Meritano sicuramente una visita il San Francisco Museum of Modern Art, che ospita opere d’arte dei più grandi artisti contemporanei, pop-art in testa, e il curioso Cartoon Art Museum, completamente dedicato ai cartoni animati. L’Aquarium of the Bay è uno dei più grandi e ricchi al mondo, con gallerie sottomarine in cui pare di essere immersi tra i pesci, compresi grossi squali. Per girare la città, il modo più divertente è quello di prendere un cable car, i tram di legno che salgono e scendono dalle ripide strade dell’interno. Poco distante da San Francisco potre trovare Muir Woods, la foresta delle sequoie giganti. Un parco facile da raggiungere dove poter toccare questi veri e propri giganti della natura
 
DAL 11° AL 12° GIORNO - DA LUN 24-08-2020 A MAR 25-08-2020 - SAN FRANCISCO (B/-/-) Giornate dedicate alla visita della città. Abbiamo già previsto e incluso nel programma due escursioni importanti. la visita di Alcatraz e l'escurione a Muir Woods, dove potremo toccare con mano le sequoie giganti Muir Woods Il Muir Woods National Monument protegge l’ultimo baluardo di antiche sequoie costiere della Bay Area, presa letteralmente d’assalto dai boscaioli alla fine del XIX secolo. Dichiarato monumento nazionale nel 1908 dal presidente Theodore Roosevelt, deve il suo nome al celebre naturalista John Muir, che affermò che questo luogo era “il miglior monumento per gli amanti degli alberi che si possa trovare sulla faccia della terra”. Anche nei giorni più affollati d’estate, qui si respira un’aria di quiete, specialmente se si arriva la mattina presto. Percorrete le passerelle sopraelevate, costruite per proteggere le radici sensibili delle sequoie, e ammirate questi alberi dritti come un fuso, talvolta vecchi più di un secolo, innalzarsi fino a 76 metri sopra la vostra testa. Sausalito Quando si visita la bellissima città di San Francisco è naturale che possa venire l’esigenza di una mezza giornata di completo relax, un po’ fuori dal caos cittadino di Frisco. Tra le destinazioni più interessanti a portata di mano cen’è una che merita assolutamente di essere visitata: sto parlando della cittadina di Sausalito che sorge nella San Francisco Bay pochi chilometri dopo il Golden Gate Bridge. Sausalito è davvero perfetta per una gita fuori porta, magari per farsi una mangiata di pesce con vista sulla baia, un gelato e anche per prendere un po’ di sole. Sausalito va apprezzata lentamente, si cammina, si pranza in uno dei ristoranti, si respira un po’ d’aria di mare. La cittadina è molto carina e non fare fatica a notare le belle ville che sorgono sulla collina che si affaccia sul mare. Avere una casa a Sausalito è un lusso per pochi. Seguite il lungomare per rilassarvi e magari arrivare fino a Caledonia Street, la via cuore dello shopping a Sausalito
 
13° GIORNO - MER 26-08-2020 - SAN FRANCISCO / ITALIA Ultime ore a disposizione in città e trasferimento in bus riservato per l'aeroporto. Pasti e pernottamento a bordo.
 
14° GIORNO - GIO 27-08-2020 - ITALIA (-/-/-) Arrivo in Italia e termine dei servizi.
Note

 14/08/2020 BA 573 MALPENSA LONDRA 1105 1210

14/08/2020 BA 269 LONDRA LOS ANGELES 1615 1920

23/08/2020 UA 2121 LAS VEGAS S. FRANCISCO 1230 1404

26/08/2020 BA 286 S. FRANCISCO LONDRA 1935 1400

27/08/2020 BA 580 LONDRA MALPENSA 1800 2100

Su richiesta possibilità di prevedere partenze da altri aeroporti italiani GLI ALBERGHI CITTÀ HOTEL NR. NOTTI TRATTAMENTO Los Angeles Hilton Los Angeles Airport 2 Prima Colazione Palm Springs Hilton Plam Springs 1 Prima Colazione Las Vegas Bellagio 1 Prima Colazione Grand Canyon Holiday Inn Express 1 Prima Colazione Monument Valley The View 1 Prima Colazione Page Lake Powell Resort 1 Prima Colazione Bryce Canyon BW Plus Grand Hotel 1 Prima Colazione Las Vegas VDara 1 Prima Colazione San Francisco Hilton San Francisco 3 Prima Colazione Gli hotel indiciati potrebbero essere sostituiti con altri di pari categoria

 Minimo 14 partecipanti 

La quota comprende

Voli come da programma in classe economica. Un bagaglio in stiva da 23 Kg sui voli internazionali. Nei voli interni il bagaglio in stiva deve essere pagato in loco con un costo di circa 20/25 Usd a bagaglio in stiva Pernottamento negli hotel/resort indicati nel programma con trattamento di 1° colazione Tutti i resort fee previsiti negli hotel Auto SUV 7/8 posti con occupazione prevista 5 persone per auto. Chilometraggio illimitato e tutte le coperture assicurative (vedere dettaglio nella sezione "Informazioni"). Presa a Los Angeles il 16/08/20 e rilascio a Las Vegas il 23/08/20 Escursione di 6 ore con bus privato e guida in italiano a Los Angeles Escursione "Upper Antelope" con guide Navajo al Lago Powell Escursione con cena alla Monument Valley Trasferimenti con bus aeroporto/hotel/aeroporto a San Francisco Escursione a Muir Woods (parco delle sequoie giganti) a San Francisco con ritorno in traghetto da Sausalito Escursione a Alcatraz nella baia di San Francisco ESTA per l'ingresso negli Stati Uniti Biglietti d'ingresso ai parchi e alla Monument Valley Assicurazione medica AXA con massimale spese medica fino a 30.000€ p.p

La quota non comprende

60€ QUOTA ISCRIZIONE COMPRENSIVA DI ASS. MEDICA AXA 330€ TASSE AEROPORTUALI ,1600€ SUPPLEMENTO SINGOLA,150€ ASS FACOLTATIVA CONTRO L'ANNULLAMENTO PER QUOTA IN DOPPIA Le tasse aeroportuali, soggette a riconferma al momento dell'emissione Tutti i pranzi e le cene La benzina che verrà ripartita tra i partecipanti Trasferimenti non indicati in programma Eventuali tasse di imbarco o fee di entrata ai Parchi Nazionali non prevedibili al momento della stesura del programma Mance per facchinaggio e guide che verranno raccolte dall'accompagnatore (prevedere 60 usd a persona) Assicurazione facoltativa contro l'annullameto, pari al 3% del valore del viaggio Estensione facoltativa dei massimali medici

Gattinoni un mondo di vacanze