LA TOSCANA SCOLPITA NEL TUFO

  • dal 29/07/2019 al 02/08/2019
600 €
5
gg

Programma

LA TOSCANA SCOLPITA NEL TUFO

Un viaggio nella Toscana più nascosta e insolita

29 luglio – 2 agosto

29 jul. Rotolando verso sud. Partenza da Savigliano in prima mattinata direzione Capalbio Arrivati nel sud della Toscana, al confine con il Lazio, nel primo pomeriggio ci dirigiamo subito al Giardino dei Tarocchi, parco psichedelico ed esoterico nel cuore della Maremma, ideato dalla scultrice Niki de Saint Phalle e ispirato al gioco dei Tarocchi. Un luogo mistico ed affascinante, provare per credere. Dopo la visita al Giardino dei Tarocchi facciamo una breve sosta a Capalbio, piccola perla dell’argentario. Situato sulla sommità di una verde collina della Maremma, questo borgo medievale è perfettamente conservato. Ultima tappa della giornata è Orbetello, famosa nel mondo per la sua laguna, così affascinante e allo stesso tempo misteriosa. Pernottamento e cena in albergo (possibilmente l’Osteria con la Chiocciola)

30 jul.. Verso il cuore della Maremma Di prima mattina visita di Orbetello e alla cooperativa della Pesca della cittadina, con degustazione di Palamita, un pesce pregiato sostenuto dai Presìdi Slow Food.Verso le 12,00 partenza per Montemerano un piccolissimo borgo rimasto fermo nel tempo, un luogo unico e fiabesco. Pranzo libero nei locali dell’affascinate piazza del Castello, verso le 15,30 partenza per Manciano piccolo borgo, arroccato su di un colle, che guarda a un’immensa campagna punteggiata qua e là di preziosi villaggi di fattezza medievale. Molti sono i siti archeologici che raccontano il trascorso di queste zone e molti sono i reperti che vengono ritrovati ancora oggi, poi adeguatamente raccolti in interessanti musei. In particolare, si distingue il Museo di Preistoria e Protostoria della Valle del Fiore. Sistemazione in albergo, cena.

31 jul. Ritorno al passato. Di prima mattina partenza per Pitigliano “la piccola Gerusalemme”, città costruita nel tufo lo stesso tufo che costituisce la rocca su cui il borgo poggia. Arrivando da Manciano lo spettacolo è unico. Imperdibili l’antico ghetto ebraico e il Museo Archeologico della Civiltà Etrusca. Da qui partono le vie cave, antichissimi ed affascinanti percorsi etruschi a cielo aperto scavati nel prezioso tufo. Finita la visita di Pitigliano ci dirigiamo verso Sovana, piccolo borgo della Maremma, situato su uno sperone tufaceo, che mantiene tutt'oggi l'aspetto di un classico borgo medievale, ricordata per essere stata la città natale di Ildebrando di Sovana, divenuto nel 1073 Papa Gregorio VII. Pranzo libero, Nel primo pomeriggio partenza per Sorano facendo una tappa a Vitozza, un insediamento rupestre tra i più estesi in Italia, dove si contano circa duecento grotte situate in uno splendido parco di boschi cedui, su di un costone che domina la gola del fiume Lente. Ultima tappa della giornata è Sorano, soprannominata la “Matera Toscana”. Ritorno a Manciano, cena e pernottamento in albergo.

1 aug. Ultimo giorno in Maremma. In prima mattinata si parte per le Terme di Saturnia, antico luogo di origine etrusco - romana dove sgorga una sorgente d’acqua sulfurea a 37,5 gradi. Per chi volesse c’è la possibilità di immergersi, gratuitamente, nelle acque termali delle cascate del Mulino, terme naturali create dalla sorgente stessa. Dopo una sosta alle terme ci spostiamo verso Santa Fiora, Paesino situato sul versante meridionale del Monte Amiata, un monte di origine vulcanica di 1738 metri, è un capolavoro di arte e di architettura circondato da splendidi paesaggi naturali. Il centro storico sembra infatti un luogo in cui il tempo si è fermato. Notevole la Peschiera, un parco-giardino rinascimentale costruito dagli Sforza, dove un tempo venivano allevate le trote. Finita la visita si parte per Roccalbegna, borgo di spiccato aspetto medioevale, antico possedimento degli Aldobrandeschi poi passa Lasciata la Maremma ci dirigiamo verso Montalcino, il paesaggio selvaggio della maremma fa posto alle colline e ai vigneti del Brunello. Una tappa obbligata a Bagni Vignoni ci porta a scoprire unapiccolissima frazione della Val D’Orcia. In centro al borgo la Piazza delle Sorgenti, un’enorme vasca di forma rettangolare all’interno della quale sgorgano acque termali calde e fumanti. Partenza per Montalcino, cena e pernottamento in albergo.

2 aug. The end. Visita del borgo di Montalcino, paese conosciuto in tutto il mondo per dare luce a uno dei più grandi vini italiani. Passeggiata attraverso le vie del borgo medievale fino alla Rocca, dove si trova l’enoteca regionale. Alle 11,30 visita di una cantina con pranzo Verso le 15,30 - 16,00 partenza per Savigliano e arrivo in serata.

La quota comprende

La quota comprende: Viaggio in bus GT, alberghi selezionati di categoria turistica in mezza pensione, tutte le visite del programma con guide locali, ingressi, assicurazione medico-bagaglio, assistenza di un nostro accompagnatore.

La quota non comprende

La quota NON comprende: bevande, mance, gli extras di carattere personale e tutto quanto non specificato ne “la quota comprende”

SUPPLEMENTO SINGOLA:             Euro  140,00

Gattinoni un mondo di vacanze